LA FAMIGLIA

Perchè Mancinelli B&B?

Mancinelli è il cognome della moglie del tenente colonnello dell’esercito del Regno D’Italia Rocco Matteucci, il proprietario del casale, ed è tutt’ora il cognome della famiglia.

Era una delle poche case signorili dell’epoca. La vita scorreva tra i contadini che lavoravano le terre di proprietà raccogliendo il grano, giornate di caccia e preghiere nella cappella privata con i testi sacri.

Dopo la morte del primo marito, la vedova si risposò con un medico di origini pugliesi. E’ proprio grazie a lui che ci sono rimasti i preziosi manoscritti di medicina, gli appunti di chirurgia e i vari strumenti utilizzati dal medico, come provette, bottiglie di medicinali, ampolle di vetro, bisturi e tanti altri oggetti.

Ma la seconda guerra mondiale ha portato molte difficoltà.

Foto d'epoca - Il casale subito dopo la seconda guerra
Foto d’epoca – Il casale subito dopo la seconda guerra

La casa fu, durante la battaglia di Orsogna, spogliata degli oggetti preziosi e utilizzata come rifugio.

I mobili pregiati utilizzati per accendere il camino, l’argenteria rubata. Gli oggetti di valore della casa, dai piatti alle posate, dalle credenze alle sedie di vimini, dai libri ai quadri.

La famiglia e il Bed and Breakfast

Fu il pronipote, dopo la fine della guerra, Camillo Mancinelli a ricostruire lo splendore della casa.

Grazie a lui, ai figli e ora ai nipoti, accomunati da un grande amore per la struttura, sono state aperte le porte della casa, trasformata oggi in un Bed and Breakfast.

Con le principali caratteristiche architettoniche, tipiche del XVIII secolo, lasciate inalterate, oggi è possibile per gli ospiti trascorrere una vacanza nella quiete della campagna a stretto contatto con la natura.

In un vasto cortile cosparso di ulivi, ciliegi e piante di vario tipo, la famiglia Mancinelli è pronta e lieta ad accogliere turisti da ogni dove, per cercare di far rivivere a tutti l’antico splendore del casolare.

Cosa state aspettando? Scoprite subito come raggiungerci!